News del 25-09-2023

Il Governo della Federazione Russa ha istituito nuovi dazi all’esportazione di alcuni prodotti, tra cui l’acciaio e le materie prime siderurgiche, a partire dal 1░ ottobre di quest’anno fino al 31 dicembre 2024. Secondo quanto riportato da Kallanish, il dazio varierÓ dal 4 al 7% a seconda del tasso di cambio della valuta russa. SarÓ pari a zero a 80 rubli/dollaro o meno, al 4% se tra 80 e 85 rubli, al 4,5% se tra 85 e 90 rubli, al 5,5% se tra 90 e 95 rubli e al 7% se oltre 95 rubli. I dazi riguarderanno le spedizioni verso i Paesi al di fuori dell'Unione economica eurasiatica.

Stando alla dichiarazione del Governo rilasciata nella giornata di giovedý 21 settembre, l’obiettivo della decisione russa Ŕ mantenere l’equilibrio tra esportazioni e consumo interno, salvaguardando il mercato interno da aumenti ingiustificati dei prezzi.

Questo sito utilizza cookie tecnici e profilativi, sia propri che di terze parti, per migliorare le funzionalità e per inviarti pubblicità e contenuti in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.